Difendere contro tutti e tutto chi ha tentato di ucciderci, negare la sua responsabilità in azioni lesive contro la nostra persona, in tentativo di omicidio non è ‘amore oltre tutto’, è altro ma non è Amore… È incredulità, disperazione, dipendenza…e forse non è neppure paura, quella ‘giusta’. Quindi non dite che questo è amore.E la trasmissione televisiva a cui mi riferisco è stato un esempio di una ‘tragedia mediatica’ (cfr foto, Pomeriggio 5, Canale 5, 11 gennaio 2017, condotto da Barbara D’Urso) In una intervista opinabile vengono utilizzate le parole “troppo amore’ per descrivere motivazione ad atti criminosi, violenti, a rapporti disfunzionali, incapacità relazionali daLeggi altro →

SENTENZA CASO SCAZZI, 21 FEBBRAIO 2017 Caso Scazzi.Verità, verità processuale, verità delle parti… Un “caso”… Una vita cancellata…un corpo esile, biondo, gettato via come un rifiuto… Bugie… E il luogo in cui una ragazzina avrebbe dovuto sentirsi protetta è diventato il suo luogo di morte…come? Come descritto dalla sentenza? Come descritto dalle condannate? Come indicato da colui che si autoaccusa? Prendiamo atto della sentenza… Al momento un po’ di pace per Sara. Punto.Leggi altro →

OMICIDIO DI VASTO, 1 FEBBRAIO 2017 Omicidio colposo in incidente stradale in cui il responsabile, ragazzo di 22 anni, si ferma per soccorrere, no alcol, no droghe vs omicidio volontario (premeditato) da parte del marito della vittima che lo uccide con tre colpi di calibro 9, mesi dopo l’ incident,  in un agguato in un bar cittadino, dopo aver sistemato affari di famiglia e aver messo sul profilo FB la foto del Gladiatore. Due tragedie. Vergogna per chi inneggia alla morte tragica del ragazzo. L’ omicida andava aiutato nella elaborazione del dolore. Punto.Leggi altro →